Gestione separata – Supplemento di pensione

Requisiti di accesso

Spetta ai pensionati che, dopo il conseguimento del trattamento di pensione, continuano a svolgere attività lavorativa giornalistica (Co.Co.Co. o liberi professionisti) con il versamento dei contributi alla Gestione Separata.
Devono essere trascorsi almento due anni dalla data di decorrenza della pensione o dall’ultima liquidazione del supplemento.

 

Calcolo del supplemento

Il supplemento di pensione dei lavoratori autonomi è calcolato secondo le regole del sistema contributivo.

Il computo del supplemento avviene  moltiplicando il montante individuale dei contributi versati, successivamente alla liquidazione della pensione o dell’ultimo supplemento, per il coefficiente di trasformazione relativo all’età del giornalista  al momento della domanda.

I valori dei coefficienti di trasformazione sono stabiliti dalla legge e sono  indicati nella tabella sottostante:

 

ANNO 2016

ETA’

COEFFICIENTI DI TRASFORMAZIONE

57

4,246%

58

4,354%

59

4,468%

60

4,589%

61

4,719%

62

4,856%

63

5,002%

64

5,159%

65

5,326%

66 5,506%
67 5,700%
68 5,910%
69 6,135%
70 6,378%

 

ESEMPIO:

giornalista di 66 anni titolare di una pensione della Gestione Separata di importo annuo lordo di €uro 2.810,00.

Supponiamo che dopo il pensionamento il giornalista abbia maturato un montante, per due anni di contribuzione, pari ad €uro 15.000,00. In tale caso l’importo del supplemento sarà così calcolato:

IMPORTO ANNUO LORDO SUPPLEMENTO = MONTANTE INDIVIDUALE X COEFFICIENTE DI  TRASFORMAZIONE ETA’ = 15.000 X 0,05910 =  €uro 886,50
 

Pensione comprensiva del supplemento = 2.810,00 + 886,50 = €uro 3.696,50

I commenti sono chiusi.